Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'incentivazione delle attività economiche

 
 
Il sostegno alle imprese trentine
n. 6 - gennaio 2013 - web tv
 

NUOVI AIUTI AI CONDOMINI PER EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E IMPIEGO DI FONTI RINNOVABILI


Per informazioni sulla normativa, sulle domande e risposte più frequenti, sulle condizioni di convenzionamento delle banche con la Provincia autonoma di Trento sulle modalità di valutazione delle diagnosi dei condomini si prega di accedere al Portale

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

A CHI SI RIVOLGONO I BENEFICI

Possono beneficiare degli interventi i condomìni relativi ad edifici siti nel territorio della Provincia di Trento, con almeno 5 unità immobiliari di classe catastale “A”, dotati di:

  1. amministratore condominiale

  2. titolo edilizio per la realizzazione dell'edificio anteriore all'entrata in vigore del DPR 412/1993 (14 ottobre 1993)


Il volume relativo alle predette unità immobiliari di classe “A” deve essere pari almeno al 50% del volume riscaldato complessivo dell'edificio interessato alla riqualificazione energetica.

 

PER CHE COSA SI POSSONO CHIEDERE I CONTRIBUTI

Sono agevolabili soltanto iniziative rientranti tra le seguenti:

a) diagnosi energetica e verifica stato di salute del condominio

b) progettazione ed assistenza tecnica

c) contributi su interessi mutuo con banche convenzionate

L'IVA è ammessa soltanto se effettivamente a carico del soggetto beneficiario.

Nelle schede tecniche sono riportate le eventuali condizioni specifiche richieste per ciascuna tipologia di iniziativa. I limiti minimi e massimi di spesa ammissibile sono:

a) diagnosi energetica, da euro 600,00 ad euro 8.000,00 complessivi

b) progettazione e assistenza tecnica, da euro 2.000,00 ad euro 30.000,00

c) interessi su mutuo, da euro 5.000,00 ad euro 60.000,00



COME PRESENTARE DOMANDA

Le domande sono formulate dall'amministratore del condominio utilizzando i fac simili predisposti da APIAE e vanno presentate alla struttura provinciale secondo le seguenti modalità:

a) tramite PEC

b) consegna a mano direttamente all'organismo istruttore

c) spedizione tramite ufficio postale con raccomandata

Le domande presentate tramite PEC non sottoscritte digitalmente sono ritenute validamente trasmesse qualora rispettino le direttive concernenti le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni adottate dalla Giunta provinciale con la deliberazione n. 1594/2013.


COME SONO VALUTATE LE DOMANDE

Le domande di contributo sono esaminate secondo procedura valutativa. Nelle domande possono essere inserite soltanto spese da sostenere dopo la presentazione.

 

QUANTO SI PUO’ OTTENERE

Le misure di contributo sono:

a) diagnosi energetica, 50%

b) progettazione ed assistenza tecnica, 90%

c) contributi su interessi mutuo con banche convenzionate, 15% dell'importo del mutuo nel caso di ristrutturazione importante di primo livello; 10% dell'importo del mutuo nel caso di ristrutturazione importante di secondo livello o riqualificazione energetica. Il contributo potrà coprire fino al 90% della somma dell'importo risultante dall'attualizzazione degli oneri per interessi a tasso fisso applicati dalla banca e dell'importo degli eventuali interessi di preammortamento. Alle percentuali è aggiunta una maggiorazione del 5% qualora sussistano determinate condizioni previste dai criteri.


Modulistica

Domanda, scheda e proroga


AGENZIA PROVINCIALE PER L'INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE
Ufficio Incentivi Investimenti Fissi, Energia e Ambiente

Via Solteri, 38 - 38121 TRENTO
telefono:0461-499400;fax:0461-499401
e-mail:apiae@provincia.tn.it
PEC: apiae.contr.energia@pec.provincia.tn.it



 

 
Testo coordinato dei criteri
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy