Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'incentivazione delle attività economiche

 
 
Il sostegno alle imprese trentine
n. 6 - gennaio 2013 - web tv
 
 Home  APIAE » Incentivi » Aiuti in compensazione fiscale » Aiuti in compensazione fiscale

Emittenti radiotelevisive e portali on line

 

AIUTI ALLE EMITTENTI RADIOTELEVISIVE ED AI PORTALI ON LINE PER LA PROMOZIONE DELL'INFORMAZIONE LOCALE

A CHI SI RIVOLGONO I BENEFICI

Possono beneficiare delle agevolazioni:

- le emittenti televisive provinciali o di valle, intese qualititolaridi concessione o autorizzazione su frequenze terrestri, che hannola responsabilità editoriale dei palinsesti dei programmi televisivi;
- le emittenti radiofoniche provinciali o di valle, intesequalititolaridi concessione o autorizzazione su frequenze terrestri, che hannola responsabilità dei palinsesti radiofonici;
- i portali informativi online locali, intesiqualititolaridi un portale internet che hannola responsabilità della pubblicazione di contenuti informativi autoprodotti.

I soggetti richiedenti possono accedere alle agevolazioni di cui ai presenti criteri in presenza delle seguenti condizioni:

a) emittenti televisive provinciali: devonotrasmetterequotidianamente contenuti informativi autoprodotti, con una copertura pari almeno al 70% del territorio trentino o pari almeno al 30%della popolazione residente sul territorio provinciale;
b) emittenti televisive di valle: devonotrasmettere quotidianamente contenuti informativi autoprodotti, con una copertura del territorio di riferimento pari al 70% della Comunità di Valle in cui è collocata la sede operativa o pari almeno al 50% della popolazione residente nella Comunità di Valle;
c) emittenti radiofoniche provinciali: devonotrasmettere quotidianamente contenuti informativi autoprodotti, con una copertura pari almeno al 60% del territorio trentino o pari almeno al 30% della popolazione residente sul territorio provinciale;
d) emittenti radiofoniche di valle: devonotrasmettere quotidianamente contenuti informativi autoprodotti, con una copertura del territorio di riferimento pari al 70% della Comunità di Valle in cui è collocata la sede operativa o pari almeno al 50% della popolazione residente nella Comunità di Valle;
e) portali informativi online: devono pubblicarequotidianamente contenuti informativi sutematiche riferite specificamente al Trentino o di particolare interesse per la popolazione trentina. In caso di portali online che siano espressione di testate giornalistiche cartacee oppure di emittenti radio televisive in possesso dei requisiti previsti dai presenti criteri, isuddetti contenuti non devono essere la mera riproposizione di quelli pubblicati o trasmessi da queste ultime. Le web tv ele webradio, ovvero quelle emittenti che trasmettono i loro contenuti televisivi o radiofonici attraverso internet, sono da considerarsicome portali informativi on line.

SOGGETTI ESCLUSI

Sono esclusi dalle agevolazioni di cui ai presenti criteri:

a) i soggetti partecipati direttamente o indirettamente da un soggetto pubblico;
b) i concessionari da parte dello Stato di servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale;
c) le emittenti televisive che non aderiscono al codice di autoregolamentazione sulla tutela dei minori in tv approvato dalla commissione per l'assetto del sistema radiotelevisivo;
d) le emittenti televisive che non aderiscono al codice di autoregolamentazione in materia di televendite approvato dalla commissione per l'assetto del sistema radiotelevisivo.

REQUISITI SOGGETTIVI DEL SOGGETTO BENEFICIARIO

I soggetti richiedenti devono essere iscrittinel registro degli operatori della comunicazione. I portali informativi online, in alternativa all'iscrizione nel predetto registro,possono essere iscritti presso il competente tribunale.

PER CHE COSA SI POSSONO CHIEDERE I CONTRIBUTI

I contributi sono finalizzati a promuovere il pluralismo dell'informazione locale, il sostegnodella diffusione dei contenuti informativi di interesse locale nonché il sostegno dei livelli occupazionali delle imprese del settore dell'informazione locale e la promozione della professionalità, anche attraverso adeguata organizzazione aziendale.

COME PRESENTARE DOMANDA

Le domande per ottenere la concessione dei contributi previsti dalle presenti disposizioni sono presentate ad APIAEdal 15gennaio al 28febbraiodi ogni anno per l'anno solare precedentealla data di presentazione della domanda. Per il 2016 la domanda va presentata dal 1° marzo al31 marzo 2017.


LIMITI MASSIMI DI CONTRIBUTO

L’entità del contributo è modulata rispetto alle diverse tipologie di soggetti che possono accedervi, che tengono conto anche dei differenti costi d’impresa, in proporzione ai punteggi ottenuti. I contributi sono graduati in relazione alla tipologia di impresa, ai livelli occupazionali, con riferimento al personale effettivamente impiegato, a indicatori che tengano conto del grado di diffusione sul territorio provinciale o di porzione dello stesso dell'informazione offerta ed a indicatori relativi al servizio reso.


Gli importi massimi riconoscibili con il punteggio massimo di 100 punti sono i seguenti:

- emittenti televisive: 200.000 euro;
- emittenti radio provinciali: 80.000 euro;
- emittenti tv di valle: 100.000 euro;
- emittenti radio di valle: 20.000 euro;
- portali informativi online espressione di emittenti televisive: 100.000 euro;
- portali informativi online espressione di emittenti radiofoniche: 40.000 euro;
- portali informativi online espressione di testate cartacee: 100.000 euro;
- portali informativi online: 40.000 euro.


In caso di punteggi inferiori al massimo di 100 punti, il contributo viene riparametrato nel seguente modo:

- emittenti televisive: 2.000 euro per ogni punto;
- emittenti radio provinciali: 800 euro per ogni punto;
- emittenti tv di valle: 1.000 euro per ogni punto;
- emittenti radio di valle: 200 euro per ogni punto;
- portali informativi online espressione di emittenti radiotelevisive: 1.000 euro per ogni punto;
- portali informativi online espressione di emittenti radiofoniche: 400 euro per ogni punto;
- portali informativi online espressione di testate cartacee: 1.000 euro per ogni punto;
- portali informativi online: 400 euro per ogni punto.


Le agevolazioni sono concesse nel rispetto della normativa dell’Unione europea in materia di aiuti d’importanza minore (de minimis) nel limite del de minimis disponibile, ai sensi del regolamento (UE) numero 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale UE L 352 del 24 dicembre 2013.

ATTENZIONE: qualora il soggetto richiedente abbia già beneficiato del contributo provinciale lo scorso anno si raccomanda di inserire il relativo importo nel modello di dichiarazione de minimis, allegato alla domanda.

Modulistica


Per ulteriori informazioni:

Deliberazione della Giunta provinciale n. 293 del 23 febbraio 2017

 

 





 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy