Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'incentivazione delle attività economiche

 
 
Il sostegno alle imprese trentine
n. 6 - gennaio 2013 - web tv
 
 Home  APIAE » Incentivi » Aiuti in compensazione fiscale » Aiuti in compensazione fiscale

Professionisti: Banda ultra larga

 

INCENTIVI A FAVORE DEI PROFESSIONISTI PER INVESTIMENTI NELLA BANDA ULTRA LARGA

A CHI SI RIVOLGONO I BENEFICI

Possono beneficiare dell'incentivo in compensazione d'imposta i professionisti, appartenenti alle professioni ordinistiche e a quelle non organizzate in ordini e collegi, che esercitano la propria attività in forma singola o associata, e che:

- abbiano ufficio nel territorio della provincia di Trento;

- non accedano ad altri incentivi pubblici per lo stesso intervento.


Ai fini della presente disciplina, per professione si intende: l'attività economica, anche organizzata, volta alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitata abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, comprese quelle riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell'articolo 2229 del codice civile e con esclusione delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche norme; non rientrano altresì le attività svolte in forma d’impresa per le quali sono previsti gli interventi di cui alla L.P. 6/1999.



PER CHE COSA SI POSSONO CHIEDERE I CONTRIBUTI



Sono ammissibili ad agevolazioni le spese relative a investimenti immobiliari e mobiliari necessari per l’accesso ai servizi di connettività in banda ultra larga (almeno 100 Mbps nominali in download) e strettamente legati alla realizzazione di detto intervento, compreso il rimborso di tali tipologie di spese al gestore della rete qualora gli interventi siano realizzati dallo stesso, per le unità locali situate nel territorio della Provincia autonoma di Trento. Sono altresì ammissibili anche le spese relative a opere o impianti in comunione con altri soggetti per la quota rimasta effettivamente a carico del soggetto richiedente. Non sono ammissibili le spese relative a opere o impianti pertinenti al suolo di proprietà del demanio pubblico.

Sono ammissibili anche spese tecniche (progettazione, direzione lavori, sicurezza, certificazione e collaudo statico) nella misura massima dell’8% degli investimenti immobiliari previsti.

Sono ammissibili ad agevolazione le spese relative a fatture, note spese o documenti equipollenti emesse nei diciotto mesi precedenti la domanda di agevolazione e integralmente pagate alla data di presentazione della domanda. Sono pertanto escluse dall’agevolazione, per il loro intero ammontare, le spese per le quali, alla data di presentazione della domanda sia intervenuto un pagamento parziale. Non sono ammessi pagamenti antecedenti i diciotto mesi precedenti la domanda di agevolazione.

In caso di riconoscimento di spese:

- per la realizzazione di investimenti immobiliari: sono ammesse ad agevolazione le spese sostenute nei diciotto mesi precedenti la data della domanda nei quali sono stati completati i lavori come risultante da dichiarazione di fine lavori presentata al Comune competente o da dichiarazione del direttore dei lavori;

- per l'acquisizione di terreni o di edifici (anche nel caso di successivo leaseback, qualora ammesso): in caso di acquisto non comprovato da fattura, nota spese o documento equipollente, le spese ammissibili sono documentabili attraverso atto notarile di compravendita, decreto di trasferimento nel caso di vendita forzata o, nei casi consentiti, contratto di trasferimento dell’azienda con data nell’anno solare precedente la domanda di agevolazione.



COME PRESENTARE DOMANDA

La domanda di contributo in compensazione d'imposta, redatta in conformità all’apposita modulistica approvata dalla Provincia e disponibile sul sito http://www.modulistica.provincia.tn.it, deve essere presentata dal beneficiario ai Confidi operanti in Trentino (di seguito ente istruttore). La domanda va presentata unicamente tramite la Posta elettronica certificata (PEC) del professionista, attraverso la quale avverranno anche tutte le successive comunicazioni tra ente istruttore e il soggetto richiedente.

I termini di presentazione delle domande di contributo in compensazione fiscale sono i seguenti:

  1. dal1°gennaio al 30 aprile di ogni anno, con riferimento a spese sostenute a partire dai diciotto mesi precedenti la presentazione della domanda;

  2. in deroga al predetto termine, in sede di primaapplicazione dei presenti criteri, le domande potranno essere presentate entro il 31 dicembre2016, con riferimento a spese sostenute a partire dal 13 aprile 2015

E' ammessa la presentazione di una sola domanda per anno solare (dal 1°gennaio al 31 dicembre di ogni anno). Il diniego totale delle agevolazioni o la rinuncia alla domanda già presentata per la quale non è stata ancora disposta la concessione, consentono la presentazione di una nuova istanza.


COME SONO VALUTATE LE DOMANDE

Le domande di contributo sono esaminate secondo procedure di tipoautomatico.

Nel termine di 60 giorni dal giorno successivo al ricevimento della domanda, l’ente istruttore esamina la domanda, accerta la completezza e la regolarità delle dichiarazioni e della documentazione presentata, il rispetto delle disposizioni per poter accedere alle presenti agevolazioni, secondo l’ordine cronologico di presentazione e verifica l’ammissibilità delle spese.

QUANTO SI PUO’ OTTENERE

Le domande non possono essere accolte se la spesa ammissibile è inferiore a 1.000 euro.

Il limite massimo di spesa per domanda relativa a iniziative previste dai presenti criteri è pari a 16.000 euro.

Sulle spese ritenute ammissibili è concesso un contributo in conto capitale nel rispetto della normativa dell’Unione europea in materia di aiuti d’importanza minore («de minimis») nella misura massima del 50%.


Per la modulistica

http://www.modulistica.provincia.tn.it,


Per ulteriori informazioni:

Deliberazione della Giunta provinciale n. 1665 del 30 settembre 2016

 

CONFIDI TRENTINO IMPRESE S.C.

AGENZIA PROVINCIALE PER L'INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE

 





 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy