Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per l'incentivazione delle attività economiche

 
 
Il sostegno alle imprese trentine
n. 6 - gennaio 2013 - web tv
 

Ricerca e innovazione

 

ATTENZIONE: dal 19 maggio 2015 per le iniziative previste dai criteri della compensazione fiscale non si possono presentare domande per contributi ordinari (deliberazione della Giunta provinciale n. 809 del 18 maggio 2015).
Si prega di verficare quali sono le iniziative agevolate in compensazione fiscale (si veda Ambiti di intervento degli aiuti in compensazione fiscale)

 

A CHI SI RIVOLGONO I BENEFICI
Possono accedere alle agevolazioni: le imprese, i consorzi di imprese, i centri di ricerca di medie e grandi imprese.

PER CHE COSA SI POSSONO CHIEDERE I CONTRIBUTI
Le domande di accesso ai contributi possono riguardare:

  • il sostegno ai progetti di ricerca industriale;
  • il sostegno allo sviluppo sperimentale
  • l’assegnazione temporanea di ricercatori e tecnici degli istituti di ricerca operanti in ambito provinciale;
  • l’assunzione, anche a tempo indeterminato, di ricercatori e tecnici di ricerca provenienti da organismi di ricerca e istituti accademici.

A partire dall'anno 2015 i progetti di importo fino ad euro 100.000,00 possono essere agevolati con la compensazione fiscale.

COME PRESENTARE DOMANDA
Le domande sono formulate utilizzando i fac simili predisposti da APIAE, scaricabili dal sito all’indirizzo http://www.apiae.provincia.tn.it/normative_apiae/LP6_99/ e devono essere inoltrate tramite posta elettronica certificata (PEC) dell’impresa o di un suo delegato, corredata da copia della carta d’identità del legale rappresentante dell’impresa. Gli indirizzi di posta elettronica di APIAE sono quelli presenti nel banner PEC del sito.
Per progetti di importo fino ad euro 100.000,00 la domanda per la compensazione fiscale deve essere inviata agli enti di garanzia fidi, tenendo conto del settore di appartenenza dell’impresa individuato secondo le norme di carattere generale, di cui alla deliberazione della Giunta provinciale n. 1911/2012 e ss.mm.:

  • per i settori industria, commercio, turismo ed impianti a fune: Confidimpresa S.C.;
  • per il settore dell’artigianato: Cooperativa Artigiana di Garanzia;
  • per il settore della cooperazione: Cooperfidi S.C.

COME SONO VALUTATE LE DOMANDE
Le domande di contributo, sulla base degli elementi che le caratterizzano, sono esaminate secondo procedure di tipo automatico (per spese fino ad euro 500.000,00), valutativo (per spese fino ad euro 1.500,000,00) o negoziale (per spese superiori ad euro 1.500.000,00).

QUANTO SI PUO’ OTTENERE
Per i progetti di ricerca aziendale l’intensità dell’incentivo può variare da un minimo del 15% ad un massimo del 80%, con un aiuto massimo per progetto di 3 milioni di euro.
Per la messa a disposizione temporanea dei ricercatori nelle imprese l’aiuto arriva a coprire fino al 50% dei relativi costi.
Per l’assunzione di ricercatori, anche a tempo indeterminato, la percentuale d’intervento può arrivare fino al 60%.

Per ulteriori informazioni:
http://www.apiae.provincia.tn.it/normative_apiae/LP6_99/

AGENZIA PROVINCIALE PER L'INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA' ECONOMICHE
Via Solteri, 38 - 38121 TRENTO
telefono:0461-499400;fax:0461-499401
e-mail:apiae@provincia.tn.it
PEC:apiae@pec.provincia.tn.it


 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy